annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Domiciliazione TEKNO.COM

RISOLTO
Highlighted
Diegoc69

Diegoc69

Apprendista
Buongiorno Patrizia,
sinceramente non capisco perché la banca accetti una domiciliazione senza chiedere una semplice autorizzazione al cliente . L’ IBAN non è un dato segreto ed il semplice fatto di conoscerlo non può essere sufficiente ad una società per ottenere una domiciliazione senza l’autorizzazione del cliente . Qui si tratta di 3 prelievi da 19,90 € , che tra l’altro non mi sono ancora stati riaccreditati , ma potrebbe succedere con importi superiori. Mi piacerebbe ricevere una risposta rassicurante perché al momento ho perso la fiducia con il vostro sistema di sicurezza. Grazie
Highlighted
cdbing

cdbing

Specialista

@BELLARIA2018  ha scritto:

È successa la stessa cosa anche a me ieri 2 addebiti di € 19,90 cad. Su un' altra banca.

 

Ti andrebbe di dirci di quale banca si tratta? Sarebbe un'informazione utile e non credo violi il regolamento in quanto non è chiaramente una pubblicità verso un altro istituto

Grazie

Saluti

CDB

Highlighted
BELLARIA2018

BELLARIA2018

Apprendista

Si tratta di CHEBANCA .

Highlighted
BELLARIA2018

BELLARIA2018

Apprendista

Purtroppo come ho già  scritto non è  solo un problema di ING , pare sia un problema comune... per autorizzare un Rid non viene richiesta nessuna garanzia ahimè...

Highlighted
cdbing

cdbing

Specialista

@BELLARIA2018  ha scritto:

Si tratta di CHEBANCA .

 

Grazie

Saluti

CDB

n1n0

n1n0

Apprendista

Vedo che sono in buona compagnia ! Credo di aver risolto con una telefonata alla banca ieri, anche se oggi, provando io a cancellare la Tekno dalle mie domiciliazioni, il sistema mi dice "contattare la banca" e la Tekno mi risulta ancora domiciliata.  Trovo molto grave che sia possibile "autodomiciliarsi" per chiunque voglia truffare. Vengono richiesti codici per ogni operazione, perche' non farlo anche per questa? 

Highlighted
newgiuggia

newgiuggia

Apprendista

Ciao, a me è successa la stessa cosa, stessi addebiti stessa società e stessa data.

Anche io gradirei essere avvisato se vengono create delle nuove domiciliazioni sul mio CC però al momento sembra non sia possibile.

 

Highlighted
lucio71

lucio71

Esperto

Per l'attivazione di una RID non è necessario nessun codice da parte del fornitore, ossia la banca non può opporsi quando viene attivata una domiciliazione da parte di "un'entità", siamo noi intestatari del conto che, in caso, dobbiamo bloccarla e poi, se del caso, adire alle vie legali, e questo è per tutte le banche, non solo ING.

 

Ad esempio, quando si acquista un qualsiasi bene presso un negozio e si vuole fare l'addebito rateale (vedi offerte recenti di grosse catena di elettronica), l'addetto alle vendite ci chiede IBAN, fotocopia documento d'identità e firma su relativo modulo cartaceo, non è richiesta nessuna azione da parte della banca, qualunque essa sia.

 

Da parte di tekno.com, mancheranno sicuramente i moduli cartacei per l'attivazione delle RID, o saranno "ritoccati".

 

Saluti

 

Highlighted
MrLC

MrLC

Apprendista

@lucio71  ha scritto:

Per l'attivazione di una RID non è necessario nessun codice da parte del fornitore, ossia la banca non può opporsi quando viene attivata una domiciliazione da parte di "un'entità", siamo noi intestatari del conto che, in caso, dobbiamo bloccarla e poi, se del caso, adire alle vie legali, e questo è per tutte le banche, non solo ING.

 

Ad esempio, quando si acquista un qualsiasi bene presso un negozio e si vuole fare l'addebito rateale (vedi offerte recenti di grosse catena di elettronica), l'addetto alle vendite ci chiede IBAN, fotocopia documento d'identità e firma su relativo modulo cartaceo, non è richiesta nessuna azione da parte della banca, qualunque essa sia.

 

Da parte di tekno.com, mancheranno sicuramente i moduli cartacei per l'attivazione delle RID, o saranno "ritoccati".

 

Saluti

 

Nell'affermazione c'è già esplicitata la mancanza da parte della banca.... riporto l'affermazione,

 

 - Ad esempio, quando si acquista un qualsiasi bene presso un negozio e si vuole fare l'addebito rateale (vedi offerte recenti di grosse catena di elettronica), l'addetto alle vendite ci chiede IBAN, fotocopia documento d'identità e firma su relativo modulo cartaceo, non è richiesta nessuna azione da parte della banca, qualunque essa sia.

 

Penso che queste domiciliazioni siano state abilitate, senza avere firme e/o copia dei documenti, pertanto la banca non ha validato la firma e/o il documento.

 

Se invece si tratta di un SDD allora è cosi, la normativa dice che possono aprire un SDD Core (Sepa Direct Debit) senza firme o altro, però si può chiedere rimborso fino a 8 settimane dopo la scadenza dell'addebito.

 

Riporto la frase:

SDD CORE, utilizzabile indistintamente nei confronti di qualsiasi tipo di Cliente debitore (consumatore, microimpresa, impresa) che può richiedere il rimborso fino a 8 settimane dopo la scadenza dell’addebito: in caso di mandato non valido o non autorizzato, il rimborso può essere invece richiesto fino a 13 mesi dopo la scadenza;

 

 

Rimango comunque dell'opinione personale che è una PORCATA, autorizzare queste cose senza un minimo di verifica mi sembra di una leggerezza inaudita, sia a livello legislativo sia a livello bancario, considerato il fatto che vengono fatte verifiche ai limiti della persecuzione per certe tipologie di Bonifici regolarmente autorizzate con pin, token e riti vodoo, il forum d'altronde è archivio storico di queste situazioni.

 

Highlighted
lucio71

lucio71

Esperto

@MrLC , 

la banca non è tenuta a validare moduli e altro consegnati all'esercente dal cliente, se li tiene l'esercente come sua tutela contro eventuali azioni legali.

 

Saluti