annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Errato prelievo tramite bancomat CASSA di Millano Duomo

Tenerone

Tenerone

Apprendista

Ancora nulla...Sigh...

Tenerone

Tenerone

Apprendista

Caro Mirko avevi ragione, in filiale ti 'vendono' tempistiche sottodimensionate, dopo 1 mese giusto giusto ancora nessun feedback. E da domani andremo a 2 mesi....dovro' cominciare a prepararmi alla denuncia + ABF + poi OVVIAMENTE chiusura conti? 

ING, guarda che per avermi sottratto 1000euro ne perderai molti di piu' (ammesso che ti interessi tenerti i clienti).

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Esperto
Sono molto dispiaciuto per la situazione @Tenerone. Spero che si risolva al più presto. Approfitto per farti i migliori auguri per il tuo matrimonio. Facci sapere.
mau_80

mau_80

Specialista

Mi spiace pe rl'accaduto, ma vorrei fare un appunto: perchè prendersi il rischio di prelevare così tanti contanti oltretutto a filiale chiusa?

Tenerone

Tenerone

Apprendista

Ah! Bella questa! Quindi la colpa sarebbe mia? 

Assolutamente fuori luogo la tua osservazione.

Gabriele

Gabriele

Guru

@Tenerone 

credo che la domanda di @mau_80 sia da considerare come estremamente personale.

Te l'avessi posta io, magari attraverso i canali Istituzionali, allora avrebbe un risvolto diverso Smiley Lingua

Tenerone

Tenerone

Apprendista

Ciao XXXXXXXXXXXX,

ti informiamo che e' stato introdotto un massimale personale complessivo ai prelievi di contante.

Massimale giornaliero: 3.000 euro
Massimale mensile: 6.000 euro

I nuovi massimali riguardano la somma di tutti i prelievi di contante che fai:

da conto corrente, tramite casse automatiche delle filiali ING con carta di debito con carta prepagata

ECC.ECC.

------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ricevuta il 16 Agosto 2019, quindi direi che se alcuni o qualche cliente decidesse dii ritirare tale somma in contanti dovrebbe essere la Banca a garantire il corretto funzionamento degli ATM erogatori.

Massimo58

Massimo58

Guru

Ciao @Gabriele 

La tua affermazione da funzionario pubblico non fa altro che dimostrare

quanto lo stato stia diventando sempre più invadente  e prepotente nei confronti

del diritto di ogni cittadino di disporre liberamente del proprio denaro.

Suona come: STA ATTENTO A COME TI MUOVI PERCHE' IO TI OSSERVO E

SONO PRONTO A STANGARTI. Stiamo sempre più passando da uno stato di

diritto a uno stato di polizia e affermazioni come le tue lo dimostrano. 

Io me la sarei risparmiata. (l'affermazione)

Massimo58

Massimo58

Guru

Buongiorno @Tenerone 

E' proprio per prevenire questo tipo di situazioni che io mi sono defilato da ING

un mese fa. 

Mi spiace vedere che non tutti hanno il mio stesso "senso preventivo" e nonostante

le manifestazioni di problematiche sul funzionamento di ING sempre più diffuse,

finchà ING "funziona per loro, funziona per il mondo", salvo poi piangere quando 

incappano nel problema, magari in quallo stesso problema che fino a ieri, pensa-

vano MAI POTESSE SUCCEDERE A LORO..

Auguri per una positiva soluzione del problema che ti sei creato e che potevi benis-

simo evitare defilandoti da ING per tempo.

 

MIRKOSARA

MIRKOSARA

Esperto

Ciao @Massimo58 ,

purtroppo in quache modo è come tu dici:

le attuali normative prevedono regole sempre più stringenti in materia di circolazione del contante: nello specifico:

* limite massimo pagabile per contanti nelle transazioni tra privatii € 2999,99

* segnalazione in Banca d'Italia di prelievi per contanti oltre i 10000 mensili e possibilità di segnalazioni antiriciclaggio al mef anche per importi più piccoli

* ma sopratutto INVERSIONE DELL'ONERE DELLA PROVA ovvero se effettui versamenti sul tuo conto corrente devi poter documentarne la provvenienza con atti  aventi data certa. In caso di controllo da parte dell'amministrazione finanziaria non sarà l'organo accertatore a dover provare che sono frutto di evasione ma il contribuente a dover dimostrare la leicità delle movimentazioni.  Questo significa ad esempio che se presto 5000€ a mia sorella senza un atto scritto munito di data certa (passaggio attraverso pec) il fisco potra ritenere l'operazione frutto di evasione e tassare le somme una prima volta in capo a colei che il prestito lo riceve ed una seconda in capo a me quando lo riscuoto. Si potrebbero inoltre  avere problemi in caso di regalie senza  preventivo atto scritto.

Comprendo certamente le esigenze dello Stato  di riscuotere l'enorme mole di tasse evase. Non posso tuttavia non notare come il normale cittadino sia così alla mercè di una struttura  che rende di fatto  complesso se non impossibile l'esercizio del  diritto di difesa e la libera disponibilità delle proprie risorse, entrambi valori costituzionalmente garantiti