annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Domande e risposte su Conto Corrente Arancio e principali operazioni bancarie.

Discussioni su carte di credito, carte prepagate e carte di debito.

Discussioni su Mutuo Arancio, Prestito Arancio e altre forme di finanziamento.

Spazio dedicato a Conto Arancio, Investimenti Arancio, Assicurazione Vita e mercati finanziari.

Informazioni su Community Arancio, sito, app, servizio clienti telefonico e filiali.

piano di ammortamneto alla francese

Highlighted
Nard1

Nard1

Apprendista

piano di ammortamneto alla francese

Ho scoperto ieri sera che Ing Direct ed altre banche major utilizzano il piano di ammortamento alla francese modificato e non classico.

 

Cioè la parte di capitale di ciascuna rata in un mutuo variabile è definita all'inizio al momento dell'emissione, poi se il tasso varia, la rata aumenta o diminuisce per la parte di interessi di ciascuna rata.

 

Infatti da una rata di 700 e paas euro sono ora a 580 euro, ma nel 2044 (ultimo anno) sarà di 715 di nuovo anche se quasi tutto capitale.

Mentre se facessi ora la simula le rate sarebbe tutte uguali, sotto l'assunzione di un tasso costante.

 

Quale conviene di più: classico o modificato?

 

da un articolo che ho letto dicono che alla fine gli interessi sono gli stessi, ma che la rata nel classico sia più stabile, mentre nel modificato oscilla di più.

 

 

1 RISPOSTA
Gabriele

Gabriele

Guru

Rif.: piano di ammortamneto alla francese

Ciao @Nard1

Dopo 4 settimane che hai posto la domanda senza ricevere nessuna risposta... ci provo io.

 

Il 99% dei piani di rimborso applicati dalle banche che operano in Italia sono "alla francese", ove, con la rata (a parità di tasso) costante, a dettar legge è la quota interessi che varia in base al tasso di periodo conteggiato sul debito residuo. Dato che nella parte iniziale del mutuo il debito residuo è alto la quota interessi è cospicua e, pertanto, nettamente superiore rispetto alla quota capitale.

L'effetto finale è che all'inizio si pagano soprattutto interessi; a mano a mano che il capitale viene restituito, l'ammontare degli interessi diminuisce (perché diminuisce il debito residuo su cui viene conteggiata) e la quota capitale aumenta. La modalità di calcolo degli interessi ha una conseguenza importante: eventuali rialzi dei tassi, se avvengono nelle rate finali del rimborso, hanno sulle tasche del mutuatario un impatto poco rilevante, perché ormai il debito residuo è ridotto.

 

Come sai, non esiste un unico modello di piano di ammortamento alla francese. Ma ve ne sono due, con effetti importanti, per un mutuo a tasso variabile, sul pagamento degli interessi e sulla volatilità della rata, il piano CLASSICO e quello MODIFICATO.

* Con il CLASSICO, ogni mese al variare del tasso viene ricalcolato il piano di ammortamento. Cambiano quindi quota capitale e quota interessi.

* Con il MODIFICATO le quote capitale sono determinate per tutta la durata sul tasso iniziale; sono pertanto congelate e sulle stesse si sommano le quote interessi calcolate con il tasso di periodo.

 

La differenza?

Il CLASSICO, tendendo a una normalizzazione delle rate, offre il vantaggio di una rata meno volatile.

Il MODIFICATO ha lo svantaggio che si rischia di incappare in una variazione eccessiva delle rate in alcuni periodi tale da rischiare di scompaginare il budget familiare.

 

Trai tu le conclusioni in base alla tua condizione.